VIA MARGARITONE, 32 - 52100 AREZZO

                                                                                                                                                                                                                               AREZZO,  24 Ottobre 2005 

Telef.  0575-28203 – 26296 –409403

 Fax .  0575/20098

e-mail  frantoiani@frantoiani.it

WEB  WWW.frantoiani.it

 

ALLE AZIENDE ESERCENTI

L’ATTIVITA DI MOLITURA

DELLE OLIVE  ASSOCIATE

LORO SEDI

 

 

 

OGGETTO.  CIRCOLARE AGEA del 13.10.2005  PROT. ACIU 2005.619 –

                      NUOVI OBBLIGHI  PER I  FRANTOI.

 

 

 

    Con la variazione  della normativa comunitaria, relativa all’aiuto alla produzione di olio,  passata da aiuto in relazione alla produzione del prodotto, ad aiuto disaccoppiato in relazione alla superficie coltivata,  sono venuti meno CON EFFETTO 31.10.2005  tutti gli adempimenti correlati  ed anche quelli relativi alla rilevazione statistica della produzione di olio.

 

   L’Agea, con Circolare 13 ottobre 2005 ACIU 619 ha imposto a tutti i frantoi l’obbligo di comunicare entro il termine del giorno 10 del mese successivo il riepilogo dell’attività di molitura svolta.

   Dal momento che l’emanazione della circolare, e l’imposizione dell’obbligo di comunicazione, è avvenuto a campagna già  cominciata,  la circolare ha previsto che l’invio comulativo dei dati dall’inizio dell’attività di molitura fino al 31/12/2005 avvenga con una unica comunicazione entro il 10 Gennaio 2006,-

    In particolare i Frantoi dovranno fornire i seguenti dati:

 

1)    totale olive entrate (in Kg),

2)     totale olive molite  (in Kg);

3)     totale olive molite di produzione del frantoio (in Kg)

4)     totale olive molite acquistate dal frantoio (in Kg)

5)     totale olio ottenuto (in Kg);

6)     totale olio restituito ai produttori/acquirenti delle olive (in Kg);

7)     totale sansa ottenuta (in kg);

8)     totale sansa ceduta al frantoio (in Kg);

9)     totale sansa ritirata dai produttori/acquirenti delle olive in (Kg);

10)lettura contatore inizio mese;

11)lettura contatore fine mese;

12)numero ore attività lavorativa nel mese;

 

L’Agea si riserva di fornire ulteriori precisazione, in merito alle modalità operative con una successiva circolare.

 

       Si consiglia pertanto provvedere alla rilevazione dei dati in modo da essere preparati  al momento dell’invio dei dati richiesti.

 

       Si ritiene che al momento, non essendovi stata alcuna disposizione legislativa in merito,  che tale richiesta non abbia una copertura normativa e non sia pertanto corretta.

 

        Com’e noto infatti il 31 Ottobre 2005 cessano di avere efficacia i regolamenti comunitari che disciplinavano il regime di aiuto alla produzione e prevedevano per i frantoio che LIBERAMENTE E VOLONTARIAMENTE si assoggettavano al regime e richiedevano il riconoscimento ai sensi Reg. CEE  2261/84  determinati obblighi  di comunicazione, e la  tenuta di una specifica contabilità.

       Per i frantoi che al contrario non  richiedevano alcun riconoscimento non  è mai stato istituito alcun obbligo.

 

      Dal momento che i frantoi, per anni,  hanno dovuto subire l’aggravio di una contabilità, complicata e puntigliosa con sanzioni per ogni  minimo errore, senza vedersi riconoscere alcunchè, né per i costi amministrativi che tale contabilità aggiuntiva richiedeva né per l’acquisto di attrezzature richieste esclusivamente per tale fine.

 Si ritiene pertanto, pur condividendo l’utilità della rilevazione  statistica dei dati, che la richiesta effettua da Agea debba quantomeno riconoscere una remunerazione al frantoio per l’attività che gli viene richiesta.

 

     In attesa di fornire ulteriori precisazioni in merito si inviano cordiali saluti.

 

Cordiali saluti

 

                                                          Il  Presidente     

                                                                  Rag. G.Milighetti